Articoli

Un mondo senz’acqua

15.03.2021

Giornata Mondiale dell’Acqua 2021

Riesci a immaginare un mondo senz’acqua?

Noi lo abbiamo chiesto alle bambine e ai bambini delle scuole che partecipano ai nostri progetti di educazione ambientale, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2021 (22 marzo).

L’acqua è una risorsa naturale che spesso diamo per scontata, nonostante sia probabilmente la più preziosa. È all’acqua che dobbiamo l’origine della vita e la nostra stessa sopravvivenza. È qualcosa di cui non possiamo fare a meno. Per questo è nostro dovere preservarla e rispettarla. Per noi stessi, per gli altri, e per le future generazioni cui lasceremo questo Pianeta.

Inoltre, è necessario dare sostegno alle politiche di solidarietà e di cooperazione internazionale per l’accesso all’acqua delle popolazioni che ne sono prive. 

Per questo, immaginando di devolvere il cachet dei “giovani attori”, finanzieremo la realizzazione di un nuovo pozzo a Banfora, in Burkina Faso, nell’ambito dei progetti del Movimento Shalom, onlus che opera anche nei nostri territori. Grazie ai protagonisti del video – e ai tantissimi alunni che hanno svolto attività di gruppo in classe – centinaia di loro coetanei potranno contare su acqua potabile.

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA

La carenza di acqua potabile è una emergenza mondiale e in alcune aree del pianeta è una vera e propria catastrofe. Per questo è necessario creare occasioni per riflettere sull’acqua, per imparare qualcosa di nuovo, per ricordare a tutti quanto sia fondamentale per la nostra vita e per quella del pianeta. Per provare, tutti insieme, a fare la differenza.

La Giornata Mondiale dell’Acqua – in inglese World Water Day – è stata proclamata per la prima volta nel 1993 dall’Assemblea delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di porre un rispetto internazionale nei confronti dell’acqua. Da allora, si celebra ogni anno il 22 marzo sviluppando un tema specifico su cui richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica. Nel 2021 è “valorizzare l’acqua”.

10 COSE DA SAPERE

  1. Il 28% della popolazione mondiale non ha accesso ad acqua potabile.
  2. Il 51% soffre di scaristà d’acqua per almeno un mese l’anno.
  3. il 53% non dispone di impianti igienici adeguati.
  4. Il 40% delle abitazioni non possiede impianti per il lavaggio delle mani
  5. Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da acqua inquinata, da impianti sanitari e da livelli di igiene inadeguati.
  6. Accesso ad acqua non potabile e impianti igienici inadeguati siano all’origine dell’80% di tutte le malattie presenti nel mondo in via di sviluppo.
  7. Lo scarico del water in Europa impiega una quantità d’acqua equivalente a quella che, nel mondo in via di sviluppo, una persona impiega per lavare, bere, pulire e cucinare nell’arco di un’intera giornata.
  8. Nel corso del secolo scorso l’uso dell’acqua è aumentato del doppio rispetto al tasso di crescita della popolazione.
  9. Nei Paesi in via di sviluppo fino al 90% delle acque reflue viene scaricato senza subire alcun genere di trattamento.
  10. Il pompaggio intensivo delle acque freatiche per ricavare acqua ha fatto sì che in numerose regioni i livelli dell’acqua siano diminuiti di decine di metri, costringendo le persone a bere acqua di qualità scadente.

WWD 2020

Giornata Mondiale dell’Acqua 2020

WWD 2019

Giornata Mondiale dell’Acqua 2019: Il mondo in un bicchiere d’acqua

Il mondo in un bicchiere d'acqua

#ilmondoinunbicchiere: il valore dell’acqua raccontato su Instagram
Giornata Mondiale dell’Acqua 2019: iniziativa di Acque SpA per sensibilizzare sull’importanza della risorsa idrica. 

Il valore dell’acqua? Inestimabile. Eppure, la facilità con cui è possibile accedere alla risorsa idrica può portare a sottovalutarne l’importanza. Ciò che per noi è una “presenza scontata”, per altri non lo è. Non è un caso che la Giornata Mondiale dell’Acqua 2019, che si celebra il 22 marzo, sia dedicata al tema “Leaving no one behind”: un invito a riflettere sulle difficoltà che milioni di persone incontrano per rifornirsi di acqua.

Inaugurazione mostra "Il mondo in un bicchiere"

Tra le varie iniziative messe in campo da Acque SpA in occasione del World Water Day, il gestore idrico del Basso Valdarno ha deciso di promuovere l’importanza dell’acqua anche con i social media, e in particolare con Instagram. La modalità è quella del challenge – organizzato con gli amici di InstagramersPisa – una sorta di “call to action” per mobilitare gli utenti nell’invio di foto a tema. La modalità? Quella dell’acqua in un bicchiere. Acque chiede ai partecipanti di pubblicare uno scatto nel quale mostrino quanto è importante l’acqua per loro, racchiudendola appunto in un bicchiere e raffigurandola in un contesto a loro familiare: sulla tavola di casa o sul luogo di lavoroall’aperto o in una piazza, in mezzo alla natura o in uno spazio a loro caro.

Il challenge è ufficialmente partito il 18 marzo e si concluso l’8 aprile con la condivisione su Instagram di 200 foto condivise, 120 delle quali sono state selezionate per essere esposte a partire da sabato 11 maggio in una mostra-evento allestita presso a Palazzo Blu a Pisa.

Il resoconto della manifestazione è qui.

WWD 2018

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 2018

ACQUE SPA PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 2018

Anche quest’anno aderiamo alla Giornata Mondiale dell’Acqua, per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della carenza di acqua potabile e della mancanza di infrastrutture-chiave in molte aree del nostro pianeta.
Un’emergenza mondiale, una catastrofe per milioni di persone.

Il tema per il 2018 è “La natura per l’acqua”.
Acque SpA vuole fare la propria parte, creando occasioni di riflessione con iniziative di comunicazione, incontri e apptuntamenti.

Ognuno di noi, goccia dopo goccia, può fare la differenza.

GiornoOraLuogoTema
Martedì 20 Marzo11:00Sede Acque SpA (Ospedaletto Pisa)Conferenza stampa sul Decennale del progetto Acqua ad Alta Qualità e sui dati 2017 di accesso ai fontanelli
Articolo
Mercoledì 21 Marzo10:00PuntoRadio CascinaIntervista al presidente di Acque SpA, Giuseppe Sardu
Mercoledì 21 Marzo9:00-12:00Pisa, Empoli, Capannori, PontederaAllestimento delle installazioni “Le tre dimensioni dell’acqua”
Giovedì 22 Marzo8:30-12:30Cinema Odeon, PisaNell’ambito del progetto Acque Tour, proiezione del film a tema idrico “Il bacio azzurro” per le scolaresche
Giovedì 22 Marzo10:00BientinaFesteggiamenti delle scolaresche nei pressi del fontanello di Acque
Giovedì 22 Marzo11:30San Romano – Montopoli ValdarnoConferenza stampa presentazione progetto Rainbow
Articolo
Venerdì 23 Marzo8.30-11Liceo scienze umane PisaConsegna borracce acqua buona e lezione sul tema del risparmio idrico

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA

La carenza di acqua potabile è una emergenza mondiale e in alcune aree del pianeta è una vera e propria catastrofe. Per questo è necessario creare occasioni per riflettere sull’acqua, per imparare qualcosa di nuovo, per ricordare a tutti quanto sia fondamentale per la nostra vita e per quella del pianeta. Per provare, tutti insieme, a fare la differenza.
La Giornata Mondiale dell’Acqua – in inglese World Water Day – è stata proclamata per la prima volta nel 1993 dall’Assemblea delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di porre un rispetto internazionale nei confronti dell’acqua. Da allora, si celebra ogni anno il 22 marzo sviluppando un tema specifico su cui richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica.
Nel 2017 il tema è stato “Acque reflue“; quest’anno, “La natura e l’acqua
Come ogni anno, anche Acque SpA aderisce alla Giornata Mondiale dell’Acqua con eventi e iniziative.

IL TEMA DEL 2018: LA NATURA PER L’ACQUA

Gli effetti dei cambiamenti climatici stanno accentuando nel mondo non solo le crisi idriche legate alla disponibilità ed accesso all’acqua potabile, ma stanno causando anche inondazioni e siccità.
Il ciclo naturale dell’acqua è sempre più a rischio: si riduce la disponibilità di acqua dolce, si impoverisce la produttività dei suoli, dei fiumi, dei laghi, gli ecosistemi sono sotto pressione.

Le soluzioni basate sulla salvaguardia del ciclo naturale dell’acqua consentirebbero di risolvere buona parte dei fattori di criticità legate all’accesso all’acqua.
La sfida è quella di modificare profondamente la percezione di questa risorsa, sia come bene primario, fonte di vita che come un “capitale naturale” sul quale investire a livello economico e sociale.

Tutelare l’acqua significa dunque, oltre che l’adozione di strumenti di diritto internazionale che obblighino gli Stati ad intervenire con maggior efficacia che nel passato, investire nell’infrastruttura “verde” e nell’innovazione tecnologia: riciclo delle acque, economia circolare, ripristino delle zone umide e delle foreste, ecc.
Puntare insomma sul rafforzamento del ciclo naturale dell’acqua, per creare i presupposti nel medio-lungo periodo di un sicuro accesso all’acqua alle future generazioni.

10 COSE DA SAPERE

  • Un miliardo e cento milioni di persone, più o meno un sesto della popolazione mondiale, non ha accesso ad acqua sicura e 2 miliardi e 400 milioni non dispone di impianti igienici adeguati.
  • Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da acqua inquinata, da impianti sanitari e da livelli di igiene inadeguati.
  • Si stima che acqua non potabile e impianti igienici inadeguati siano all’origine dell’80% di tutte le malattie presenti nel mondo in via di sviluppo.
  • Lo sciacquone della toilette in un paese occidentale impiega una quantità d’acqua equivalente a quella che, nel mondo in via di sviluppo, una persona impiega per lavare, bere, pulire e cucinare nell’arco di un’intera giornata.
  • Nel corso del secolo scorso l’uso dell’acqua è aumentato del doppio rispetto al tasso di crescita della popolazione.
  • Il Medio Oriente, il Nord Africa e l’Asia meridionale soffrono di carenze idriche croniche.
  • Nei Paesi in via di sviluppo fino al 90% delle acque reflue viene scaricato senza subire alcun genere di trattamento.
  • Il pompaggio intensivo delle acque freatiche per ricavare acqua ha fatto sì che in numerose regioni i livelli dell’acqua siano diminuiti di decine di metri, costringendo le persone a bere acqua di qualità scadente.
  • Nei Paesi in via di sviluppo le perdite di acqua causate da dispersioni, allacci illegali e sprechi ammontano a circa il 50% dell’acqua da bere e al 60% dell’acqua irrigua.
  • Nel corso degli anni ’90 le inondazioni hanno interessato più del 75% di tutte le persone colpite da disastri naturali, causando più del 33% del totale dei costi stimati per i disastri naturali.

WWD 2017

ACQUE SPA PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 2017

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2017, in collaborazione con Instagramers Pisa, abbiamo organizzato un challenge fotografico sul nostro nuovo canale Instagram. L’obiettivo è diffondere la cultura del rispetto e della sostenibilità della risorsa idrica tra un “pubblico” differente rispetto a quello che raggiungiamo nel nostro lavoro quotidiano con i progetti sul territorio e nelle scuole. Un pubblico potenzialmente infinito, viste le potenzialità dei social.

Il tema del challenge? Ovviamente l’acqua della Toscana, mostrando il lato “bello” di una risorsa che troppo spesso diamo per scontata, al punto da dimenticarci che, prima per il nostro consumo e poi per essere restituita all’ambiente, deve affrontare un lungo viaggio.

Un percorso tra tecnologia, natura e sostenibilità.

Tra gli scatti che arriveranno saranno scelte le foto più significative: il 22 marzo, per la Giornata Mondiale dell’Acqua, saranno svelate sulla nostra pagina Facebook. In seguito saranno stampate ed esposte durante una mostra che allestiremo ad aprile (per maggiori info, stay tuned!). Le più meritevoli, infine, riceveranno in regalo una stampa.

Quando? C’è tempo dal 3 al 19 marzo per pubblicare le vostre foto più belle con gli hashtag #acquepreziose #acquespa e #igerspisa!

Come partecipare? Partecipare è semplice e gratuito. Basta pubblicare le foto su Instagram con gli hashtag #acquepreziose #acquespa e #igerspisa.

Inoltre:

  • il profilo Instagram deve essere pubblico;
  • le foto postate devono essere di vostra proprietà;
  • sono preferite le foto scattate in Toscana;
  • potete applicare i tag a foto già pubblicate.

….e se fate scorrere l’acqua per scattare la foto, poi ricordatevi di chiudere il rubinetto!!



GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA

La carenza di acqua potabile è una emergenza mondiale e in alcune aree del pianeta è una vera e propria catastrofe. Per questo è necessario creare occasioni per riflettere sull’acqua, per imparare qualcosa di nuovo, per ricordare a tutti quanto sia fondamentale per la nostra vita e per quella del pianeta. Per provare, tutti insieme, a fare la differenza.
La Giornata Mondiale dell’Acqua – in inglese World Water Day – è stata proclamata per la prima volta nel 1993 dall’Assemblea delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di porre un rispetto internazionale nei confronti dell’acqua. Da allora, si celebra ogni anno il 22 marzo sviluppando un tema specifico su cui richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica.
Nel 2016 il tema è stato “acqua e lavoro”; quest’anno sono le “acque reflue“.
Come ogni anno, anche Acque SpA aderisce alla Giornata Mondiale dell’Acqua con eventi e iniziative.

IL TEMA DEL 2017: LE ACQUE REFLUE

Perché le acque reflue? Perché a livello mondiale, la stragrande maggioranza delle acque reflue dalle case, delle città, dell’industria e dell’agricoltura ritorna alla natura senza essere trattata o riutilizzata, con un doppio effetto negativo: l’inquinamento dell’ambiente e la perdita di preziose sostanze nutritive e altri materiali recuperabili.

Invece di sprecare le acque reflue, dovremmo piuttosto ridurle e riutilizzarle. Nelle nostre case, siamo ad esempio in grado di riutilizzare l’acqua nei nostri giardini. Nelle nostre città, siamo in grado di trattare e riutilizzare le acque reflue per gli spazi verdi. Nell’industria e nell’agricoltura, siamo in grado di trattare e riciclare le acque di scarico per nuovi usi come i sistemi di raffreddamento o di irrigazione.

Sfruttando questa preziosa risorsa, facciamo funzionare davvero il ciclo dell’acqua, con maggiori vantaggi per ogni essere vivente. E possiamo così contribuire a realizzare l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile a livello mondiale dimezzando la percentuale di acque reflue non trattate e aumentando il riciclo dell’acqua e il riutilizzo sicuro.

10 COSE DA SAPERE

  • Un miliardo e cento milioni di persone, più o meno un sesto della popolazione mondiale, non ha accesso ad acqua sicura e 2 miliardi e 400 milioni non dispone di impianti igienici adeguati.
  • Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da acqua inquinata, da impianti sanitari e da livelli di igiene inadeguati.
  • Si stima che acqua non potabile e impianti igienici inadeguati siano all’origine dell’80% di tutte le malattie presenti nel mondo in via di sviluppo.
  • Lo sciacquone della toilette in un paese occidentale impiega una quantità d’acqua equivalente a quella che, nel mondo in via di sviluppo, una persona impiega per lavare, bere, pulire e cucinare nell’arco di un’intera giornata.
  • Nel corso del secolo scorso l’uso dell’acqua è aumentato del doppio rispetto al tasso di crescita della popolazione.
  • Il Medio Oriente, il Nord Africa e l’Asia meridionale soffrono di carenze idriche croniche.
  • Nei Paesi in via di sviluppo fino al 90% delle acque reflue viene scaricato senza subire alcun genere di trattamento.
  • Il pompaggio intensivo delle acque freatiche per ricavare acqua ha fatto sì che in numerose regioni i livelli dell’acqua siano diminuiti di decine di metri, costringendo le persone a bere acqua di qualità scadente.
  • Nei Paesi in via di sviluppo le perdite di acqua causate da dispersioni, allacci illegali e sprechi ammontano a circa il 50% dell’acqua da bere e al 60% dell’acqua irrigua.
  • Nel corso degli anni ’90 le inondazioni hanno interessato più del 75% di tutte le persone colpite da disastri naturali, causando più del 33% del totale dei costi stimati per i disastri naturali.
Le Acquae Pisanae

WWD 2016

EVENTI ACQUE SPA 2016

BUONA DA BERE

Mostra dei lavori delle scuole nell’ambito del progetto Acque Tour. Pontedera dal 15 al 27 Marzo 2016

Buona da Bere

Dal 15 al 27 Marzo 2016 all’interno dell’Atrio del Comune di Pontedera, è stata allestita una mostra denominata Buona da Bere. Ad essere esposti sono i lavori realizzati dalle scuole di Pontedera e della Valdera nell’ambito del progetto gratuito di educazione ambientale Acque Tour, organizzato dal gestore idrico Acque SpA e che coinvolge ogni anno scolastico più di 5mila tra bambini e ragazzi

L’ACQUA QUI E NEL MONDO – L’acqua che esce dal rubinetto di casa nostra, che se ne va via per lo scarico, per poi tornare pulita nei fiumi o nel mare non è una cosa che accade per magia. Pur essendo un elemento naturale molto semplice, per essere reso disponibile in qualità e quantità soddisfacenti, l’acqua ha bisogno del lavoro di tanta gente e del contributo di tutti. Questa è la nostra realtà quotidiana. Ma non da per tutto è così. Ci sono posti nel mondo in cui la risorsa idrica è scarsissima o di pessima qualità: questo mette a rischio la vita, la salute e l’emancipazione dalla povertà di 2 miliardi di persone. Questa situazione è resa ancor più difficile dal cambiamento climatico che, da un lato, muta profondamente la disponibilità d’acqua globale, dall’altro, provoca imprevedibili siccità, carestie o disastri naturali. Ma l’acqua è anche e soprattutto vita, natura, scoperta, scienza, tecnologia. Conoscerla ci aiuta a proteggerla, ad utilizzarla bene e per fare del bene.

Mostra "Buona da Bere"

LA MOSTRA – Con Acque Tour, il progetto gratuito di educazione ambientale, Acque SpA ogni anno incontra molte delle scuole del territorio servito, anche in Valdera, per  tentare di spiegare come “funziona” l’acqua. I risultati di questa attività sono ritenuti unanimemente molto positivi. Grazie anche all’impulso e alla sensibilità di tantissimi insegnanti, i ragazzi e i bambini nel corso degli anni ci restituiscono una rielaborazione originale, creativa eppure così competente dei temi trattati negli incontri in classe, nei laboratori didattici e nelle visite sugli impianti. Così, è stato deciso di “rendere pubblico” questo autentico patrimonio fatto di disegni, elaborati, presentazioni, cartelloni, plastici, video attraverso una mostra.

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA – La mostra rientra nel quadro delle iniziative che Acque SpA organizza nel periodo della Giornata Mondiale dell’Acqua (che si celebra ogni anno il 22 marzo), affinchè con questa mostra sia possibile sviluppare una riflessione – anche e soprattutto per gli adulti – sui temi collegati alla sostenibilità ambientale, alla conservazione e all’accesso globale alla risorsa idrica.

L’ACQUA A TEATRO

Spettacoli a tema idrico per bambini e ragazzi. Pisa, Teatro Verdi 22 Marzo 2016

L'acqua a teatro

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2016, il prossimo martedì 22 marzo al Teatro Verdi di Pisa, in collaborazione con Fondazione Teatro di Pisa e l’Associazione La Tartaruga, Acque SpA ha organizzato un evento gratuito dedicato alle scuole del territorio.
Si tratta di due gli spettacoli teatrali, intitolati Il Bagno di Nerone H2O e la Rana Beona, scritti da Federico Guerri, Erika Gori e Francesca Palla, che hanno come tema l’accesso e l’utilizzo sostenibile della risorsa idrica.

Il primo, in programma per le ore 9, è dedicato alle ultime classi della scuola primaria e della scuola media; il secondo, previsto per le ore 11 e in replica alle ore 14, è per i più piccoli, inclusi quelli della scuola dell’infanzia.

E’ prevista la partecipazione di circa 1200 tra bambini e ragazzi.

Per informazioni e contattI: associazione La Tartaruga (tel 0587/53175 – didatticatarta@alice.it)

ACQUE VISTA DAI NOSTRI BAMBINI

Il lavoro ad Acque SpA visto dagli occhi di figli e nipoti dei lavoratori

Acque vista dai nostri bambini

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2016, che si celebra come ogni anno il 22 Marzo, Acque SpA ha deciso di esporre, con un’installazione temporanea, i disegni realizzati da figli e nipoti dei lavoratori del Gruppo Acque per la campagna I bambini ci guardano.
L’installazione sarà presente nell’atrio della sede centrale di Ospedaletto di Pisa dal 22 al 31 Marzo.

I disegni, frutto della creatività e fantasia dei “nostri” bambini, serviranno ad illustrare le pagine del prossimo Bilancio di Sostenibilità.
Un settore, quello della sostenibilità, di fondamentale importanza per il futuro delle nuove generazioni.

Acque vista dai nostri bambini

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA
La carenza di acqua potabile è una emergenza mondiale e in alcune aree del pianeta è una vera e propria catastrofe. Per questo è necessario creare occasioni per riflettere sull’acqua, per imparare qualcosa di nuovo, per ricordare a tutti quanto sia fondamentale per la nostra vita e per quella del pianeta. Per provare, tutti insieme, a fare la differenza.
La Giornata Mondiale dell’Acqua – in inglese World Water Day – è stata proclamata per la prima volta nel 1993 dall’Assemblea delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di porre un rispetto internazionale nei confronti dell’acqua. Da allora, si celebra ogni anno il 22 marzo sviluppando un tema specifico su cui richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica.
Nel 2015 il tema è stato “acqua e sviluppo sostenibile”; quest’anno è “acqua e lavoro“.
Come ogni anno, anche Acque SpA aderisce alla Giornata Mondiale dell’Acqua con un programma di eventi e iniziative.

ACQUA E LAVORO
Oggi, quasi la metà dei lavoratori del mondo – 1,5 miliardi di persone – lavora in modo diretto o indiretto in settori legati all’acqua. Ma praticamente ogni lavoro oggi dipende dalla disponibilità d’acqua.
Eppure, a milioni di persone che lavorano con questa risorsa spesso non vengono riconosciuti basilari diritti o non ricevono sufficiente protezione. Il tema nel 2016 – l’acqua e l’occupazione – ha dunque come obiettivo quello di dimostrare come l’accesso all’acqua, in quanità e qualità sufficienti, può cambiare in meglio la vita e lo stile di vita dei lavoratori e, più ingenerale, trasformare l’economia e la società in cui viviamo.

10 COSE DA SAPERE

  • Un miliardo e cento milioni di persone, più o meno un sesto della popolazione mondiale, non ha accesso ad acqua sicura e 2 miliardi e 400 milioni non dispone di impianti igienici adeguati.
  • Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da acqua inquinata, da impianti sanitari e da livelli di igiene inadeguati.
  • Si stima che acqua non potabile e impianti igienici inadeguati siano all’origine dell’80% di tutte le malattie presenti nel mondo in via di sviluppo.
  • Lo sciacquone della toilette in un paese occidentale impiega una quantità d’acqua equivalente a quella che, nel mondo in via di sviluppo, una persona impiega per lavare, bere, pulire e cucinare nell’arco di un’intera giornata.
  • Nel corso del secolo scorso l’uso dell’acqua è aumentato del doppio rispetto al tasso di crescita della popolazione.
  • Il Medio Oriente, il Nord Africa e l’Asia meridionale soffrono di carenze idriche croniche.
  • Nei Paesi in via di sviluppo fino al 90% delle acque reflue viene scaricato senza subire alcun genere di trattamento.
  • Il pompaggio intensivo delle acque freatiche per ricavare acqua ha fatto sì che in numerose regioni i livelli dell’acqua siano diminuiti di decine di metri, costringendo le persone a bere acqua di qualità scadente.
  • Nei Paesi in via di sviluppo le perdite di acqua causate da dispersioni, allacci illegali e sprechi ammontano a circa il 50% dell’acqua da bere e al 60% dell’acqua irrigua.
  • Nel corso degli anni ’90 le inondazioni hanno interessato più del 75% di tutte le persone colpite da disastri naturali, causando più del 33% del totale dei costi stimati per i disastri naturali.
Le Acquae Pisanae

WWD 2015

L’iniziativa di Acque SpA a Bientina e Borgo a Buggiano in collaborazione con il Teatro Verdi di Pisa: 600 bambini coinvolti.

La carenza di acqua potabile è un’ emergenza mondiale e in alcune aree del pianeta è una vera e propria catastrofe. È per questo che l’Assemblea delle Nazioni Unite dal 1993 ha proclamato il 22 Marzo, Giornata Mondiale dell’Acqua – World Water Day – sviluppando ogni anno un tema specifico su cui richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica. Il 2015 è stato dedicato ad acqua e sviluppo sostenibile.
Acque SpA aderisce come sempre alla Giornata Mondiale dell’Acqua rivolgendosi al mondo della scuola e presentando lo spettacolo teatrale H2O e la Rana Beona realizzato in collaborazione con il Teatro Verdi di Pisa. La rappresentazione si terrà il 17 Marzo al Teatro delle Sfide di Bientina e il 25 Marzo all’istituto comprensivo di Borgo a Buggiano, alla presenza di circa 600 bambini provenienti da varie scuole primarie del territorio gestito.

Lo spettacolo, coinvolgente e ritmato, ha l’obiettivo di divertire e far riflettere sull’importanza dell’acqua nella nostra vita e confrontarla con quella di coloro che, invece, ogni giorno nel mondo, non ne dispongono in quantità e qualità sufficienti.

“Acqua e sviluppo sostenibile sono temi intrinsecamente correlati – spiega Giuseppe Sardu, Presidente di Acque SpA – Chi gestisce il servizio idrico è chiamato ogni giorno alla sfida della sostenibilità: riducendo le perdite negli acquedotti, migliorando la qualità della depurazione per restituire all’ambiente acqua sempre più pulita, consumando meno e meglio l’energia, fornendo acqua da bere sicura e controllata affinchè si usi meno plastica senza inquinare. Su tutti questi aspetti la nostra realtà investe risorse ed impegno, raggiungendo risultati lusinghieri. È tuttavia giusto ricordare in questa importante ricorrenza che è il contesto globale quello in cui ci misuriamo davvero, come cittadini, come esseri umani. 748 milioni di uomini nel mondo non ha accesso all’ acqua potabile e 2,5 miliardi di persone non utilizzano adeguati servizi igienico-sanitari. Ecco perché aderire con convinzione alla Giornata Mondiale dell’Acqua significa per Acque SpA rinnovare un impegno quotidiano:  diffondere una cultura di rispetto dell’ambiente e della risorsa idrica, proporre comportamenti e modelli di consumo sostenibili, sostenere progetti di solidarietà e di cooperazione internazionale per l’accesso all’acqua delle popolazioni che ne sono prive.”

WWD 2014

Visita guidata per spiegare come “funziona” l’acqua. Ospiti speciali, i 5 gruppi scout dell’Agesci di Pisa.

La carenza di acqua potabile è una emergenza mondiale e in alcune aree del pianeta è una vera e propria catastrofe. La Giornata Mondiale dell’Acqua – in inglese World Water Day – è stata proclamata per la prima volta nel 1993 dall’Assemblea delle Nazioni Unite. Da allora, si celebra ogni anno il 22 marzo sviluppando un tema specifico su cui richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica che quest’anno è “acqua ed energia”.
Acque SpA anche quest’anno aderisce alla Giornata Mondiale dell’Acqua effettuando un’apertura straordinaria di una delle centrali idriche più importanti dell’intero Basso Valdarno ovvero quella di  Cerbaie a Bientina nella giornata di Domenica 23 Marzo. Saranno ospiti dell’evento i 5 gruppi scout dell’Agesci di Pisa. Insieme a loro verrà effettuata una visita guidata della centrale per spiegare come funziona il ciclo dell’acqua: da dove arriva, come viene prelevata, quali trattamenti e controlli riceve, come giunge nelle nostre case, cosa viene fatto per assicurarne qualità e sicurezza. Sarà l’occasione, anche attraverso attività all’aperto e giochi, per una riflessione più generale sull’importanza dell’acqua nella nostra vita e in quella di coloro che, invece, ogni giorno, nel mondo, non ne dispongono in quantità e qualità sufficienti.

“Acqua ed energia sono strettamente interconnessi e interdipendenti – spiega Giuseppe Sardu, Presidente di Acque SpA – La centrale di Bientina, che dà acqua ad oltre 100mila abitanti, né è la prova evidente: si possono avere grandi disponibilità di risorsa idrica ma senza energia per pompare l’acqua, per potabilizzarla e per distribuirla, non sarebbe possibile renderla disponibile in quantità e qualità adeguate. Basti pensare che nel Basso Valdarno, la spesa energetica rappresenta l’11,5% del valore della produzione. Questo è quello che accade da noi ma le enormi disuguaglianze mondiali bussano alla porta. Nel mondo oltre un miliardo di persone non ha accesso ad acqua sicura e che il 40% della popolazione del pianeta non dispone di impianti igienici adeguati. Ecco perché Acque SpA aderisce con convinzione alla Giornata Mondiale dell’Acqua e rinnova un impegno che per noi è quotidiano: nel diffondere una cultura di rispetto dell’ambiente e della risorsa idrica, nel proporre comportamenti e modelli di consumo sostenibili, nel sostenere progetti di solidarietà e di cooperazione internazionale per l’accesso all’acqua delle popolazioni del terzo mondo.”

Comunica con noi

Pronto
intervento

Da fisso e mobile (gratuito) attivo 24h/24

Informazioni
commerciali

Da fisso dal Lunedì al Venerdì ore 9-18 e Sabato ore 9-13

Informazioni
commerciali

Da mobile dal Lunedì al Venerdì ore 9-18 e Sabato ore 9-13

Supporto
app MyAcque

Da fisso e mobile*
dal Lunedì al Venerdì ore 9-18

Comunica
direttamente
con noi