Tu sei qui

Progetto Rainbow

Arte urbana sui depositi idrici del Basso Valdarno


Mettere insieme arte e territorio in un’ottica di sensibilizzazione ambientale e sostenibilità e migliorare l’impatto delle infrastrutture che segnano il paesaggio: da questi obiettivi nasce Rainbow, un progetto che mira a reintepretare - attraverso interventi di artisti di fama internazionale - i depositi idrici (torri piezometriche) presenti nel Basso Valdarno.
L’idea è quella di ottimizzare le risorse messe in campo per la ristrutturazione: una volta conclusi i lavori di recupero delle torri, prima di dismettere il cantiere, sarà possibile approfittare dell’impalcatura per far salire un artista ad intervenire sulla parete circolare delle cisterne.
Dipingere le torri dell’acqua è come intingere i pennelli direttamente nell'arcobaleno e fare da tramite tra il cielo e la terra, dove la gente vive lavora, va a scuola, in una quotidianità che spesso ha bisogno di guardare all'insù e immaginare spazi aperti di creatività.

L’obiettivo.
Con questa iniziativa Acque SpA si impegna nel processo di valorizzazione di siti e infrastrutture che forniscono servizi primari ai cittadini, ma che talvolta gravano sul contesto urbano.
Attraverso Rainbow, si cerca di riqualificare questi elementi, che caratterizzano innegabilmente il territorio, non solo attraverso la cura della loro funzionalità, ma attribuendogli anche un valore di carattere paesaggistico e culturale; un ulteriore percorso per dare ancora più valore alla risorsa di cui ci prendiamo cura, ossia l’acqua.

L’opera
Il risultato si preannuncia di forte impatto, con opere visibili da grandi distanze che daranno un volto nuovo alle infrastrutture disseminate nel territorio.
Ulteriormente, anche recependo significative indicazioni provenienti dalla cittadinanza, l’intervento vedrà la realizzazione di un progetto illumino-tecnico teso non solo a valorizzare l’opera ma anche a fornire un elemento di riconoscibilità dell’impianto nelle ore notturne.
Per vedere il primo murales ad alta quota non resta quindi che aspettare lo smantellamento dell’impalcatura, previsto per gli ultimi mesi del 2018.


Torre #1
Il primo intervento, previsto per settembre 2018 e presentato in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2018, interessa il deposito idrico di San Romano, nel comune di Montopoli in Val d'Arno (PI) e vedrà impegnato Giovanni Magnoli, in arte Refreshink.
Successivamente saranno coinvolti altri impianti, tra i quali, per primi, quelli di Santa Colomba (Bientina) e Santa Maria a Monte.
Il progetto è promosso da Acque SpA e dall'Associazione Culturale Undicesima Lab di Milano; la curatela è affidata a Cristina Trivellin e Martina Coletti in collaborazione con Refreshink, autore del logo e del primo intervento artistico.

 

Uffici al pubblico

Sportelli, PuntoAcque e PuntoPiù: dove e quando.


GUASTI - INTERRUZIONI

Da fisso e mobile, attivo 24h/24

 

Scrivici

Comunica direttamente
con noi.


PRATICHE

Da fisso, attivo dal Lun-Ven: 9-18; Sab 9-13

 

Richieste reclami istanze

Tutta la modulistica per richieste, contestazioni o reclami.


PRATICHE

Da mobile*, attivo dal Lun-Ven: 9-18; Sab 9-13

(*) costo dipendente dal gestore