Tu sei qui

Acque Tour

Acque Tour© è il progetto di educazione ambientale sulla tematica dell’acqua promosso da Acque SpA, in collaborazione con l’associazione La Tartaruga.
Il progetto, che raggiunge quest’anno la piena maturità compiendo ventuno anni, offre percorsi didattici specifici, in presenza e/o a distanza, per le scuole di ogni ordine e grado e per gruppi di adulti (associazioni, enti, circoli, università della terza età, etc.) dei 55 comuni della Basso Valdarno, territorio in cui Acque SpA gestisce il Servizio Idrico Integrato.


 

FINALITÀ

L'acqua è la risorsa naturale più preziosa per la vita sulla Terra: i cambiamenti climatici in atto, ampiamente testimoniati dall’estate siccitosa appena trascorsa, l’aumento globale dei consumi idrici, le difficoltà di approvvigionamento, l’inquinamento e gli sprechi rendono necessario accrescere l’attenzione dell’opinione pubblica ed in particolare delle giovani generazioni su questo bene fondamentale e limitato e promuovere quindi comportamenti virtuosi in linea con i 17 Goals dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

L’educazione allo sviluppo sostenibile è esplicitamente riconosciuta nel Target 4.7 dell’Agenda 2030:

Entro il 2030, assicurarsi che tutti gli studenti acquisiscano le conoscenze e le competenze necessarie per promuovere lo sviluppo sostenibile attraverso, tra l’altro, l'educazione per lo sviluppo sostenibile e stili di vita sostenibili, i diritti umani, l'uguaglianza di genere, la promozione di una cultura di pace e di non violenza, la cittadinanza globale e la valorizzazione della diversità culturale e del contributo della cultura allo sviluppo sostenibile”.

Il progetto Acque Tour ha infatti come principali obiettivi quelli di:

  • Sviluppare la consapevolezza del valore della risorsa idrica per la Terra e per l’uomo.
  • Avvicinare ragazzi e adulti all’acqua come bene pubblico e il cui accesso è diritto fondamentale dell'uomo, promuovendo una corretta informazione sull’importanza della sua salvaguardia e favorendo la formazione di una coscienza ecosostenibile.
  • Far conoscere, sia con lezioni in classe che con visite sugli impianti, il percorso tecnologico dell’acqua nel territorio, dal punto di presa naturale fino all’utilizzo e al successivo ritorno nell’ambiente.
  • Promuovere la conoscenza della gestione del servizio idrico integrato, delle attività di potabilizzazione e controllo dell’acqua erogata in rete e dell’impegno profuso nel miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del servizio di depurazione dell’acqua da restituire all’ambiente in linea con l’obiettivo 6 dell’Agenda 2030Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie"
  • Favorire la diffusione di buone pratiche legate al consumo dell’acqua, reale e virtuale, al suo utilizzo razionale e consapevole, imparando a non sprecarla anche attraverso semplici attenzioni nelle abitudini quotidiane
  • Incentivare l’utilizzo dell’acqua del rubinetto come acqua buona da bere attraverso la conoscenza delle sue caratteristiche e dei controlli di qualità a cui viene sottoposta
  • Introdurre il tema dei cambiamenti climatici, delle cause che li generano e di come impattino sulla risorsa idrica e sul pianeta e delle azioni di contrasto messe in atto da Acque SpA nella gestione del servizio idrico integrato

 

COMPETENZE EDUCATIVE PER FAVORIRE UN’EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO SOSTENIBILE

  • Sviluppare la capacità di formulare ipotesi e verificarle
  • Imparare a cogliere relazioni e collegamenti tra i fenomeni
  • Saper affrontare gli argomenti dal duplice punto di vista locale e globale
  • Scegliere stili di vita responsabili e sostenibili nel rispetto della risorsa idrica e dell’ambiente naturale
  • Comprendere il concetto di interdipendenza tra individuo e ambiente
  • Favorire la capacità di sviluppare e implementare collettivamente azioni innovative che promuovano la sostenibilità a livello locale e oltre
  • Promuovere la capacità di imparare dagli altri; di capire e rispettare i bisogni, le prospettive e le azioni degli altri; di comprendere, relazionarsi con ed essere sensibili agli altri; di gestire i conflitti in un gruppo; e di facilitare un approccio collaborativo e partecipato alla risoluzione di problemi

METODOLOGIE

Al fine di valorizzare gli aspetti conoscitivi, cognitivi, emotivi e relazionali dei percorsi proposti dal progetto, le metodologie adottate saranno quelle del learning by doing e del cooperative learning. Tali modalità consentono di motivare gli allievi e renderli protagonisti consapevoli e responsabili del processo di apprendimento all’interno del gruppo classe. Ne citiamo alcune:

  • brainstorming e mappe concettuali;
  • laboratori di gruppo;
  • ricerca-azione partecipata;
  • attività laboratoriali/sperimentali;
  • attività teatrali;
  • lezioni frontali;
  • problem solving;
  • peer education;
  • IBSE –InquiryBasedScience Education
  • osservazioni e verifica diretta durante la visita agli impianti e le uscite sul territorio.

SCARICA IL PDF DEL PROGETTO

 

PERCORSI DIDATTICI IN PILLOLE

  • PER I PIÙ PICCOLI (Scuola Infanzia e classi I e II della Scuola Primaria): attività a carattere ludico-didattico con percorsi teatrali, sensoriali, ludico-scientifici e tecnologici, attivabili anche con la didattica a distanza.
  • PER I PIÙ GRANDI (classi III, IV, V della Scuola Primaria, Scuola Secondaria I e II grado, gruppi di adulti): incontri in aula e attività laboratoriali/sperimentali/artistico-creative, differenziati e mediati a seconda della fascia di età coinvolta, che potranno svolgersi anche a distanza.

I vari percorsi in classe saranno descritti dettagliatamente nelle pagine successive suddivise nei diversi ordini di scuola.

Inoltre, tutte le classi potranno effettuare visite guidate condotte da esperti operatori nelle strutture della rete idrica di Acque SpA.

Le uscite didattiche sono così differenziate:

VISITE STORICO-NATURALISTICHE-TECNOLOGICHE

  • Acquedotto storico di Asciano Pisano: alla scoperta del percorso dell’antico acquedotto Mediceo in un contesto suggestivo sia dal punto di vista naturalistico che storico, rappresentato perfettamente dal monumentale Cisternone Mediceo.
  • Fontane Storiche di Pisa: una passeggiata all’interno della città alla scoperta delle fonti storiche che un tempo ricevevano direttamente la preziosa acqua di Asciano Pisano e di alcuni dei luoghi più caratteristici e suggestivi di Pisa.
  • Sorgente Badia di Cascine di Buti: l’occasione unica di vedere una sorgente naturale con l’acqua che sgorga direttamente dalla roccia, dopo un percorso all’interno di bellissime gallerie sotterranee costruite dall’uomo per canalizzare l’acqua, risalenti alla fine dell’ottocento.
  • Centrale di Caldaccoli (San Giuliano Terme): un’esperienza che vi lascerà senza fiato, quella di vedere l’acqua cristallina della falda superficiale di acqua che alimenta la centrale. Una centrale storica, legata ai romani ma che utilizza oggi le più moderne tecniche di captazione e di distribuzione dell’acqua.
  • Centrale di San Lorenzo (Pescia): un’illusione spaziale e temporale perché in un istante vi troverete catapultati tra le valli svizzere al tempo delle antiche cartiere. Il tutto da cornice alla visita alla centrale idrica, unica nel suo genere per la galleria sotterranea visitabile, risalente ai primi del novecento e per le diverse tipologie di acqua che la alimentano.
  • Centrale Troscia (Vinci): un viaggio a braccetto con lo spirito del grande Leonardo da Vinci che ci guiderà nei luoghi a lui familiari alla scoperta del percorso dell’acqua dal punto di presa, vicinissimo alla sua casa natale, fino alla piccola centrale idrica, lungo la “strada verde”, che lui stesso percorreva per raggiungere il borgo di Vinci, dove giunge anche l’acqua della centrale.
  • Fontanello di Acqua ad Alta Qualità: un percorso alternativo nei pressi della scuola con grandi potenzialità in quanto permette non solo di conoscere una realtà vicina e di pubblica utilità, ma anche di acquisire una nuova abitudine ecosostenibile e di comprendere il valore sociale che sta dietro al semplice gesto, di memoria storica, di andare a prendere acqua ad una fontana. Il fontanello rappresenta proprio un luogo dove possono comunicare generazioni diverse, arricchendosi a vicenda!
     

VISITE TECNOLOGICHE

  • LABORATORIO DI ANALISI DI ACQUE SPA, loc. Terrafino- Empoli: La visita al nuovo laboratorio di analisi centralizzato permette di entrare a contatto con un modernissimo ambiente, dotato di tecnologie all’avanguardia nel settore della gestione del servizio idrico: una eccellenza grazie alla quale sarà possibile condurre analisi sofisticate nel settore chimico, microbiologico ed eco-tossicologico, su diverse matrici ambientali, inclusi i controlli più approfonditi sui microinquinanti emergenti. L’intero edificio è stato progettato e realizzato con le più moderne tecniche green. Ogni anno i laboratori di Acque processano circa 30.000 campioni (mediamente 150 campioni al giorno) per un totale di oltre 500.000 determinazioni, per garantire agli 800mila cittadini nel Basso Valdarno acqua potabile, sicura e rispondente ai parametri di legge, e acque restituite pulite all’ambiente, a difesa del territorio.

 

VISITE ALLE CENTRALI IDRICHE

  • Centrale di Bientina: situata nell’area naturale protetta delle Cerbaie, sopra una grande falda acquifera legata alla storia del fiume Serchio e del padule di Bientina, la centrale offre la possibilità di conoscere i moderni pozzi di captazione, confrontandoli con i vecchi ancora presenti, e di vedere sul campo i passaggi necessari per garantire ogni giorno acqua potabile, sicura e disponibile. Particolare la vecchia sala del telecontrollo con la cartina a vista dell’area delle Cerbaie.
  • Centrale di Montecalvoli (Santa Maria a Monte): moderna e strategica per il sistema acquedottistico delle Cerbaie, la centrale permette di entrare nel vivo dei trattamenti di potabilizzazione dell’acqua grezza di falda attraverso i suoi otto filtri presenti in centrale e la sala pompe da dove l’acqua viene spinta nella rete di distribuzione.
  • Centrale La Rosa (Terricciola): alimentata dalle falde superficiali strettamente collegate ai due fiumi vicini Era e Sterza, la centrale risalente al 1930, offre la possibilità di vedere un antico pozzo ad anelli e di passeggiare nell’area dove si trovano alcuni dei pozzi moderni che alimentano la centrale. Interessante anche la zona dei trattamenti di potabilizzazione con gli enormi filtri e la sala pompe, da dove parte l’acqua in uscita.
  • Centrale di Paganico (Capannori): situata lungo il vecchio corso del fiume Serchio dal cui alveo derivano le acque buonissime che la alimentano, la centrale permette un percorso semplificato visto che non sono presenti trattamenti di potabilizzazione. Valore aggiunto alla visita l’originale piccolo “museo” dell’acqua, allestito con passione dal personale di Acque.
  • Centrale di Empoli: la più grande della zona empolese, la centrale permette di conoscere i trattamenti di filtrazione dell’acqua di falda da cui viene alimentata, molto ricca di ferro e manganese e di seguire il passaggio dell’acqua da grezza a potabile con il successivo invio ai rubinetti delle case dopo il processo di disinfezione.
  • Centrale Baccana (Certaldo): situata tra le splendide colline della Valdelsa, la centrale offre l’occasione di trovarsi catapultati in una realtà fatta di pozzi, tubi e grandi filtri, “a portata di vista e di mano”. Particolarmente avvincente la sala dei pulsanti del vecchio telecontrollo, oggi funzionante solo per questa centrale, che permette di gestire in remoto eventuali anomalie sull’impianto.

A breve i dettagli sulle new entry.

 

VISITE PRESSO GLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE

La visita al depuratore permette di conoscere le principali fasi e modalità di trattamento delle acque sporche provenienti da abitazioni ed industrie, seguendo direttamente, attraverso itinerari in sicurezza, il percorso di depurazione dell’acqua: dall’arrivo, attraverso una rete di tubazioni sotterranee, fino al ritorno, una volta ripulita, all’ambiente naturale.

Di seguito l’elenco degli impianti visitabili:

  • Depuratore di Cascina
  • Depuratore di Tirrenia (Pisa)
  • Depuratore di San Iacopo (Pisa)
  • Depuratore di Pisa sud (Pisa)
  • Depuratore di Oratoio (Pisa)
  • Depuratore di Pontedera
  • Depuratore di Cascine di Buti (Buti)
  • Depuratore di Cambiano (Castelfiorentino)
  • Depuratore di Pagnana (Empoli)
  • Depuratore di Uggia (Monsummano Terme)

Oltre alla visita agli impianti di Acque SpA, vengono proposte alle scuole le gite guidate - della durata di un’intera giornata, adatte sia agli studenti che agli adulti – che consentono la scoperta delle peculiarità storico-ambientali del territorio in cui sono collocati attraverso visite a musei (Museo Leonardiano, Vinci e/o Museo Ideale di Vinci, Cisternone Mediceo), escursioni naturalistiche ecc.

I possibili itinerari individuati per le gite sono:

  • Vinci (FI) con il percorso “L’ACQUA DI LEONARDO DA VINCI”: un itinerario immerso nella natura incantata di Vinci, terra natia del grande Leonardo, dove si intrecciano informazioni storiche, naturalistiche e tecnologiche. Il percorso parte dal punto di presa dell’acqua ad Anchiano, a pochi passi della casa natale del grande genio, e continua lungo la strada verde che un tempo lui stesso percorreva per raggiungere Vinci.  Lungo il percorso ci imbattiamo nella centrale di potabilizzazione Troscia e dopo una breve sosta al suo interno proseguiamo sulla strada bianca fino a raggiungere l’antico borgo. La giornata prosegue con la visita al Museo Leonardiano e con un breve tour del centro storico, soffermandosi sui luoghi cari e familiari a Leonardo.
  • Asciano Pisano (San Giuliano Terme) e Pisa con “LA VIA DELLE ACQUE”: dal Monte Pisano alla città di Pisa seguendo lo stesso percorso dell’acqua all’interno di quello che un tempo fu l’Acquedotto Mediceo, attraverso luoghi meravigliosi immersi nel verde, ricchi di storia e di leggende. Il percorso inizia ad Asciano Pisano e dopo una camminata verso la Valle delle Fonti, guidata da appassionati ciceroni, ci spostiamo verso la città di Pisa costeggiando i monumentali archi dell’Acquedotto Mediceo. Qui intraprendiamo un secondo viaggio dentro le mura visitando le fontane storiche, alcune ancora alimentate dall’acqua di Asciano, altre non più ma che conservano “orgogliose” la loro storia. E come ciliegina sulla torta la meravigliosa Piazza dei Miracoli, dove si conclude la gita.

Vi invitiamo a rimanere aggiornati perché a breve vi stupiremo con nuovi percorsi altrettanto entusiasmanti!!!

Le gite guidate - fino ad un massimo di 5 e una per ciascun area – prevedono un contributo da parte delle scuole per l’ingresso ai musei, ai laboratori o per eventuali servizi aggiuntivi.

NB: Per visite e gite guidate, l’organizzazione del trasporto è di competenza diretta della scuola.

Visto il particolare momento e l’incertezza sulla possibilità di poter tornare a fare le uscite didattiche con le scuole Acque ha predisposto due video documentario, uno sulla centrale idrica (centrale idrica di Bientina) e l’altro sul depuratore (impianto di depurazione di Pagnana, Empoli), che rappresentano un prezioso strumento per rendere più concreti gli incontri in classe, soprattutto sul ciclo tecnologico.

I percorsi in classe e le uscite didattiche sono organizzati dall’Associazione La Tartaruga con personale esperto, qualificato e appositamente formato.

 

COSTI

Il progetto prevede un pacchetto di 400 interventi gratuiti, reso possibile dal sostegno di Acque SpA. Per una migliore distribuzione del progetto nelle scuole dei 53 comuni del Basso Valdarno, sono state individuate 5 aree, a ciascuna delle quali è stato assegnato un numero di interventi gratuiti, proporzionale al numero di istituti comprensivi e dei comuni coinvolti. Inoltre, è stato definito un tetto massimo di adesioni pari a 15 interventi ad istituto comprensivo (fino a 6 plessi), 20 interventi ad istituto comprensivo (oltre 7 plessi), 10 interventi a circolo didattico, 7 interventi ad istituto secondario di II grado.

Resta prioritario l’ordine di arrivo delle adesioni, fino al raggiungimento del pacchetto gratuito riservato ad ogni area.

Di seguito sono elencati gli interventi previsti per ciascuna area:

  • AREA LUCCHESE (Altopascio, Capannori, Montecarlo, Porcari, Villa Basilica): 38 interventi
  • AREA EMPOLESE-VALDELSA (Empoli, Capraia e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Vinci, Fucecchio, Gambassi Terme, Montaione, Montelupo F.no, Montespertoli, Poggibonsi, San Gimignano): 95 interventi
  • AREA VALDERA-VALDARNO INFERIORE (Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Castelfranco di Sotto, Chianni, Crespina Lorenzana, Fauglia, Lajatico, Montopoli in Valdarno, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, Santa Maria a Monte, San Miniato, Santa Croce sull’Arno, Terricciola): 111 interventi
  • AREA PISANA (Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano, Calci, Cascina, Vicopisano): 91 interventi
  • AREA VALDINIEVOLE (Buggiano, Chiesina Uzzanese, Lamporecchio, Larciano, Massa e Cozzile, Marliana, Monsummano Terme, Montecatini Terme, Ponte Buggianese, Pescia, Pieve a Nievole, Uzzano): 65 interventi

 

MATERIALE DIDATTICO

Il percorsi proposti dal progetto sono supportati da materiale didattico ideato ad hoc, come schede didattiche, kit a tema, favole, racconti, presentazioni in power point, video-favole, video-tutorial, video documentari, pubblicazioni, depliant, gadget tematici utili durante la lezione, ma importante anche come traccia dell’esperienza didattica vissuta da condividere a casa con la famiglia.

 

MODALITÀ DI ADESIONE

Per aderire ai percorsi Acque Tour è necessario compilare il modulo di prenotazione online, UNO PER OGNI SEZIONE/CLASSE DELLA STESSA SCUOLA, disponibile su www.acque.net/acque-tour e su www.latartarugaonline.it/progetto/progetto-acque-tour, attivo dalle ore 7.00 del 12 settembre 2022 alle ore 24.00 del 23 settembre 2022. Al momento della prenotazione l’insegnante dovrà avere a disposizione le seguenti informazioni:

  • DATI SCUOLA (nome, indirizzo, telefono, istituto di riferimento, etc)
  • DATI INSEGNANTE REFERENTE
  • SEZ/CLASSE  
  • NUMERO ALUNNI
  • PERCORSO PRESCELTO (percorso di 1 h, percorso di 2 h con visita, percorso di 2 h senza visita, solo visita, gita)
  • MESE DI PREFERENZA
  • MODALITA’ DI LEZIONE (IN PRESENZA, A DISTANZA, MISTA)

Una volta inviato il modulo online, l’insegnante riceverà una notifica via e-mail di avvenuta ricezione della richiesta. Il messaggio tuttavia NON CONFERMA LA GRATUITA’ DEL PERCORSO, MA SOLO CHE IL SISTEMA HA RICEVUTO LA VOSTRA ADESIONE.

PARTECIPAZIONE AL PROGETTO

La partecipazione gratuita al percorso prescelto sarà convalidata dalla segreteria dell’associazione esclusivamente attraverso una notifica via e-mail indirizzata alla segreteria dell’istituto scolastico e all’insegnante referente, in data successiva alla chiusura della fase di adesione al progetto.

A tutte le richieste pervenute sarà comunque data puntuale risposta per e-mail.

Successivamente gli insegnanti, che saranno rientrati nei percorsi gratuiti, dovranno completare l’adesione inviando i moduli riferiti al percorso concordato.

Nel caso si presenti una situazione in cui due classi parallele aderiscano al progetto e solo una riesca a rientrare nel percorso gratuito, da questo anno scolastico non sarà possibile individuare soluzioni alternative (del tipo accorpamento classi o suddivisione ore tra le due classi).

MOTIVI DI ESCLUSIONE DEI MODULI PRENOTAZIONE

Tra i moduli ricevuti dal sistema on line saranno annullati:

  1. quelli che non sono correttamente compilati e più precisamente presentano:
  • nome della scuola errato
  • recapiti della scuola errati
  • comune/provincia della scuola errati
  • istituto di riferimento della scuola errato
  • sez/classe indicata in modo errato e non identificabile
  1. sono doppi per una stessa sezione/classe con nominativo insegnante diverso o uguale, dal momento che può essere inviato solo un modulo per ogni sezione/classe. In questo caso sarà accettato solo il primo, in ordine di arrivo, se debitamente compilato

NB: NON SARANNO ACCETTATE MAIL CHE SEGNALANO ERRORI DI COMPILAZIONE DAL MOMENTO CHE I MODULI, NON CORRETTAMENTE COMPILATI, VERRANNO IMMEDIATAMENTE ANNULLATI!

 

BUONA DA BERE

Buona da bere è un premio riservato alle scuole e istituito nell’ambito di Acque Tour. Promuove la realizzazione di elaborati sul tema dell’acqua e della risorsa idrica a partire dalle finalità del progetto e dai contenuti dei percorsi didattici. Sono ammesse le più svariate forme espressive: disegni, testi, composizioni, cartelloni, presentazioni digitali, prodotti audiovisivi, modellini etc. I lavori delle classi potranno pervenire presso la segreteria de La Tartaruga tramite posta elettronica, posta ordinaria, a mano o utilzzando l’apposito format on line (https://elaborati.latartarugaonline.it/index.php/invio-elaborati-acque-tour) entro e non oltre il 30 aprile 2023. Le quattro classi designate vincitrici, una per ciascun ordine scolastico, saranno premiate in occasione della festa conclusiva di Acque Tour (situazione Covid permettendo).

Visto il particolare periodo, oltre che a riservare il premio principale ai quattro migliori elaborati (uno per ciascun ordine scolastico), Acque SpA ha deciso di assegnare anche un premio simbolico a tutte le sezioni/classi aderenti, per ringraziarle della loro partecipazione.

Ai quattro migliori elaborati verranno consegnati dei premi, messi a disposizione da Acque SpA, utili all’attività scolastica.

FESTA CONCLUSIVA DI ACQUE TOUR

Acque Tour terminerà l’anno scolastico con una festa conclusiva aperta a tutte le classi partecipanti al progetto ed al concorso che, vista la particolare situazione, sarà confermata a fine gennaio 2023. In quel momento saranno anche indicati luogo e data dell’evento.           

Le classi interessate a partecipare dovranno compilare ed inviare il modulo di adesione, disponibile su ww.acque.net/acque-tour entro il 31 marzo 2023 e firmare la liberatoria per il consenso al trattamento di immagini e di video per scopi di promozione dell’azienda.

 

SEGRETERIA DIDATTICA

Associazione La Tartaruga

via Valdera P,1 56038, Ponsacco, Pisa

Orario: 9.00-13.00 (dal lunedì al venerdì)

tel/fax: 0587/477635- mobile: 333/6685357

www.latartarugaonline.itsegreteria@latartarugaonline.it


 

 

 

Sportello online

MyAcque: l'ufficio web, gratuito e sempre disponibile


VIDEOCHIAMATA

Prenota una videochiamata con un operatore di Acque

 

Uffici al pubblico

PuntoAcque: dove, come
e quando


PRATICHE

Da fisso, attivo dal Lun-Ven: 9-18; Sab 9-13

 

Scrivici

Comunica direttamente
con noi


PRATICHE

Da mobile, attivo dal Lun-Ven 9-18; Sab 9-13

 

Tutela degli utenti

Tutti i moduli per richieste, reclami e conciliazioni


PRONTO INTERVENTO

Da fisso e mobile, attivo 24h/24