OBLO-2016-N1 - page 5

COMMISSIONI CONCILIATIVE:
UNO STRUMENTO IN PIÙ A
TUTELA DEGLI UTENTI
L'
Autorità Idrica Toscana
, attraverso uno
speci co regolamento, ha stabilito alcune
procedure a
tutela degli utenti del servizio
idrico
integrato toscano. Nel caso un utente
ritenga che il servizio non sia coerente ai
requisiti del contratto di fornitura oppure
ritenga necessario avere alcuni chiarimenti,
può chiedere o inoltrare un
reclamo al
gestore
, che è tenuto a rispondere - ai sensi
del Regolamento e della Carta dei Servizi – in
maniera soddisfacente ed entro un limite di
tempo stabilito. Se l’utente non ritiene idonea
tale risposta, o se la risposta non arriva nei
tempi previsti, l’utente può scegliere due
percorsi di tutela diversi:
Istanza alla Commissione Conciliativa
Paritetica
: ci si rivolge a una delle
associazioni
dei consumatori riconosciute
; il caso viene
dibattuto con modalità paritetica, ovvero fra
l'associazione e Acque SpA.
Istanza alla Commissione Conciliativa
Regionale
: si chiede l'intervento della
commissione regionale dove, oltre ad Acque
SpA, è presente il
Difensore Civico Regionale
(o un suo delegato) in qualità di
presidente e l'utente stesso (o
un suo rappresentate).
La scelta tra le due forme di
tutela da parte dell'utente
è libera, discrezionale e
senza vincoli di subordina-
zione tra i due percorsi. Per
attivare una delle Commis-
sioni è necessario presentare
istanza ad Acque SpA per posta
ordinaria (via Bellatalla 1, 56121, Ospedaletto,
Pisa) oppure via fax al numero 050 843260.
Per saperne di più
1,2,3,4 6
Powered by FlippingBook