Tu sei qui

Benvenute Montecatini Terme e Ponte Buggianese

Benvenute, Montecatini Terme e Ponte Buggianese

 

Dal 1° gennaio 2022 la gestione del servizio idrico nei comuni di Montecatini Terme e Ponte Buggianese passerà da Acque Toscane ad Acque SpA. Ci saranno alcuni piccoli cambiamenti ma il passaggio avverrà in automatico, senza alcuna incombenza per i cittadini coinvolti.
Ecco tutto quel che c'è da sapere.

 

Che cos’è Acque SpA e di che cosa si occupa?

Acque SpA è l’azienda che gestisce l’acquedotto, la fognatura e la depurazione per 800mila cittadini in 55 comuni nell'Ambito Territoriale Ottimale n°2 della Toscana, denominato Basso Valdarno. Nata nel 2001 dalla concentrazione di cinque società pubbliche e da un partner privato (la cui maggioranza assoluta è detenuta da Acea SpA) si occupa del servizio idrico intergato in virtù di una concessione che scadrà il 31/12/2031. La sede legale è situata a Empoli, quella amministrativa si trova a Pisa. Maggiori informazioni sono disponibili qui.



Perché da Acque Toscane si passa ad Acque SpA?

Acque Toscane è il gestore del servizio idrico per le tre gestioni in salvaguardia ai sensi dell’art. 10 della Legge 36 del 1994, operanti sui territori dei comuni di Fiesole (servizio idrico integrato), e Montecatini Terme e Ponte Buggianese (solo servizio acquedotto). In questi due ultimi due comuni, la gestione dei servizi di fognatura e depurazione era affidata ad Acque SpA, come previsto dall’art. 13 della “Convenzione di gestione del Servizio Idrico Integrato”.
Nella stessa convezione è previsto che la gestione del servizio idrico in questi due comuni passi ad Acque SpA alla scadenza della concessione del servizio di Acque Toscane, indicata al 1 gennaio 2021.
Per saperne ancora di più

 

Quando ci sarà il passaggio da Acque Toscane ad Acque SpA?

Acque SpA subentrerà nella gestione del servizio idrico integrato a partire dal 1 gennaio 2022

 

Dovrò fare qualcosa per il cambio?

Come previsto dalla normativail passaggio avverrà in automatico, senza alcuna incombenza per gli utenti di Acque Toscane. In sostanza, dal lato dell’utenza non ci sarà da fare alcuna operazione. Dal 1 gennaio 2022, gli utenti che dovranno aprire nuove pratiche dovranno invece rivolgersi ad Acque SpA anziché ad Acque Toscane.
 

 Il mio codice utenza rimarrà invariato?

Il codice utenza cambierà. Sarà denominato codice cliente e a ogni utenza sarà attribuito un nuovo numero che sarà riportato nella prima bolletta emessa da Acque SpA nella sezione "Dati fornitura".

 

Cosa succede alla mia bolletta?

Nelle prime settimane del 2022, Acque Toscane emetterà un’ultima bolletta a chiusura dei consumi conteggiati al 31 dicembre 2021. Per questo, nelle due settimane a cavallo del 31/12/2021, Acque Toscane effettuerà una lettura straordinaria dei contatori idrici. In seguito, le bollette saranno inviate da Acque SpA.

 

Se c’è qualcosa che non mi torna in questa ultima bolletta a chi devo rivolgermi?

Ad Acque Toscane, che per un certo periodo rimarrà attiva per le attività correnti come questa.

 

La tariffa che pagherò sarà la stessa?

Per le utenze del comune di Montecatini Terme, la tariffa sarà la stessa applicata attualmente agli utenti del Basso Valdarno e del resto della Valdinievole.
Per quelle del comune di Ponte Buggianese - in ragione dello scostamento delle tariffe applicate dal gestore uscente - si applicherà una tariffa speciale, volta al progressivo allineamento tariffario.

 

I servizi offerti dal nuovo gestore saranno gli stessi?

Fermo restando possibili disagi nelle prime settimane di gennaio 2022 - collegati alla migrazione dei dati e all'implementazione dei sistemi informativi - Acque SpA garantirà gli stessi servizi già offerti dall’attuale gestore. In aggiunta, i nuovi utenti di Montecatini Terme e Ponte Buggianese potranno usufruire di ulteriori servizi quali:

 

Ho la domiciliazione bancaria della bolletta: cosa devo fare?

Se si ha già una domiciliazione bancaria attivata con Acque Toscane, e la si vuole mantenere anche con Acque SpA, non occorre fare niente: la variazione del creditore sarà automatica, senza aggravi.
Nel caso in cui invece si preferisca non mantenere la domiciliazione come modalità di pagamento per le bollette di Acque SpA, sarà sufficiente revocare il mandato presso il proprio istituto bancario.

 

Ho una pratica aperta con Acque Toscane: cosa succede?

Si dovrà fare riferimento ad Acque Toscane (che per un certo periodo rimarrà attiva per le attività correnti), se si tratta di pratiche aperte su fatture emesse da Acque Toscane.
Si dovrà fare riferimento ad Acque SpA, invece, per prestazioni tecniche (richieste di allacciamenti, preventivi, lavori non terminati al momento del passaggio della gestione, ecc).

 

Devo fare una richiesta per un nuovo allaccio, una voltura o una disdetta. Cosa devo sapere?

Per quanto riguarda le richieste di nuovi allacciamenti, l’attività di preventivazione di Acque Toscane sarà temporaneamente sospesa sino alla presa in carico da parte di Acque SpA a partire dal 1° gennaio 2022. Ulteriormente, dal 27 al 30 dicembre 2021, alcune delle attività commerciali (volture, disdette contrattuali, etc.) saranno sospese e riattivate direttamente da Acque SpA.

 

Ho un contenzioso/un rimborso aperto con Acque Toscane: cosa succede?

Continuerà ad essere gestito da Acque Toscane (che per un certo periodo rimarrà attiva per le attività correnti come questa).

 

Quali sono gli strumenti per contattare Acque SpA?

Le modalità di contatto con Acque SpA sono le seguenti:

Perché da Acque Toscane si passa ad Acque SpA?
L’assemblea dell’Autorità Idrica Toscana (AIT), con deliberazione n. 14 del 19 novembre 2020 ha previsto che gli attuali gestori del servizio idrico integrato, operanti sui territori coincidenti con le conferenze territoriali in virtù degli affidamenti al tempo deliberati dalle ex AATO, assumano il ruolo di gestori unici del sub-ambito ai sensi dell’art. 147 comma 2 bis del Dlgs 152/2006. Infine, già il Testo Unico Ambientale (TUA), D.Lgs 152 del 2006, all’art. 172, comma 2, in merito alla gestione di territori con comuni salvaguardati, indica le seguenti disposizioni: “Al fine di garantire il rispetto del principio di unicità della gestione all'interno dell'ambito territoriale ottimale, il gestore del servizio idrico integrato subentra, alla data di entrata in vigore della presente disposizione, agli ulteriori soggetti operanti all'interno del medesimo ambito territoriale. Qualora detti soggetti gestiscano il servizio in base ad un affidamento assentito in conformità alla normativa pro tempore vigente e non dichiarato cessato ex lege, il gestore del servizio idrico integrato subentra alla data di scadenza prevista nel contratto di servizio o negli altri atti che regolano il rapporto”. In tempi recenti, con la delibera n. 3/2001 del 5 marzo 2021, l’Assemblea dell’AIT ha individuato nel 1 gennaio 2022 la data del subentro da parte del gestore idrico Acque SpA ad Acque Toscane nei servizi di acquedotto nei comuni di Montecatini Terme e Ponte Buggianese.

 

Sportello online

MyAcque: l'ufficio web, gratuito e sempre disponibile


VIDEOCHIAMATA

Prenota una videochiamata con un operatore di Acque

 

Uffici al pubblico

PuntoAcque: dove, come
e quando


PRATICHE

Da fisso, attivo dal Lun-Ven: 9-18; Sab 9-13

 

Scrivici

Comunica direttamente
con noi


PRATICHE

Da mobile, attivo dal Lun-Ven 9-18; Sab 9-13

 

Tutela degli utenti

Tutti i moduli per richieste, reclami e conciliazioni


PRONTO INTERVENTO

Da fisso e mobile, attivo 24h/24